Il viaggio dell'eroe. Stage di 10 ore.

Pubblicato in Blog & News

Il Viaggio dell'Eroe.
Il Viaggio della Vita.
Stage di 10 ore.
Domenica 17 luglio 2022 dalle 9:00 alle 19:00 

Autobiografia, lavoro sull'immaginario personale, scrittura e azione scenica. Per tutti! Per chi vuole fare un viaggio individuale e di gruppo. Un'esperienza intensa, libera, in un clima privo di giudizi.

Il Viaggio dell'Eroe, la struttura fondante del Mito, delle fiabe e delle leggende (Signore degli Anelli, a Star Wars), rispecchia il viaggio della vita di ognuno di noi, con i suoi appelli all'avventura, le soglie da attraversare, le prove cui siamo sottoposti, i pericoli e le difficoltà, i maestri, alleati e antagonisti: fatica e gioia, paure, speranze. L'eroe del mito arricchisce se stesso e la comunità ad esperienza conclusa diversamente dall'eroe della fiaba che arricchisce se stesso.

Un percorso con sequenze di esercizi strettamente collegati, per esplorare - vivere la struttura del mito, sia attraverso la scrittura, sia attraverso la creazione drammatica. Non un lavoro astratto o retorico piuttosto un viaggio individuale ricco di emozioni, pensieri, che porterà ad una maggiore consapevolezza di noi stessi, partecipando a una splendida esperienza collettiva, senza forzature o giudizi in cui la ricchezza consiste in quello che ognuno è coi suoi desideri, sogni, modelli.

Verranno utilizzate diverse forme espressive che richiederanno solo la voglia di fare e nessun'altra competenza particolare.

Adatto assolutamente a tutti. Perchè in realtà la struttura del mito ci appartiene anche se non lo sappiamo. 

E qui mi fermo, perchè descrivere un'esperienza è sempre riduttivo. 

Materiali da portare con sè:

  • abbigliamento nero senza scritte;
  • calzini o scarpette da danza;
  • cartoncini colorati;
  • colla;
  • pennelli;
  • colori;
  • spago;
  • fogli di carta;
  • penne.

Partecipanti: 12. Lavoro in presenza.
Costo workshop: € 100,00 a persona. 
Modalità di pagamento: bonifico bancario (IBAN: IT77O0814061110000030119920 | codice BIC: CCTIT2T38A) da effettuarsi entro e non oltre venerdì 15 luglio 2022. Si prega di inviare la contabile del bonifico a mezzo email a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

NOTA BENE: La quota d'iscrizione verrà rimborsata nel caso di mancato raggiungimento del numero minimo di 5 partecipanti. 

Luogo di svolgimento: sede Associazione Teatro del Cuore | Piazza Vittorio Emanuele 4/A - 32032 Feltre (BL)

Iscrizioni: entro il giorno venerdì 15 luglio 2022. Si prega di scaricare la scheda iscrizione e inviarla sottoscritta e firmata al seguente indirizzo email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. | Posti limitati. 

SCARICA LA SCHEDA D'ISCRIZIONE.

 

 

 

 

Leggi tutto...

Sogno di una felice Europa. 6 giugno 2022 Bagnols sur Cèze.

Pubblicato in Blog & News

La Festa dell'Europa? Una ricorrenza che insieme alla bandiera, all'inno e alla moneta unica, identifica l'entità politica dell'Unione Europea. L'occasione ideale per il noto attore, drammaturgo e regista feltrino Roberto Faoro di portare in scena venerdì 6 maggio 2022 alle ore 19:00 nella "Salle Multiculturelle" di Bagnols sur Cèze "Sogno di una felice Europa".

Sogno di una felice Europa. Di e con Roberto Faoro. 

Al giorno d'oggi è sempre più complesso parlare dell'idea di Europa, di integrazione, di nazionalismo, di euroscetticismo o di europeismo, senza incorrere nel rischio di cadere nella retorica o, peggio ancora, nei più comuni pregiudizi e stereotipi comuni.

Senza voler insegnare nulla a nessuno, l'autore cercherà di far compiere agli spettatori una profonda analisi e riflessione personale sull'incerto e delicato futuro dell'Europa, raccontando tra profonde risate e momenti più drammatici le differenze che esistono tra Nazioni, senza mai tralasciare l'importanza dell'integrazione fra Popoli, lasciando ampio spazio all'ironia e all'autocritica.

L'intento dello spettacolo, che trae spunto ed ispirazione dai testi letterari "La cavalcata di Don Chisciotte" scritto dal filologo e autore svizzero Peter Von Matt e "Paradosso Europa" di Agnes Heller non è certo quello di rimarcare divisioni o contrasti, ma condividere differenti visioni e identità, nella ferma convinzione che la forza del gruppo non annulla il singolo, ma lo accoglie e lo integra valorizzandolo al massimo. 

Lo spettacolo si conclude con un monologo nel quale Roberto Faoro cerca di parlare con la testa e con la pancia, di cosa ci attende in futuro, tracciando un possibile orizzonte, inseguendo la realtà e il sogno convinto che testa e cuore debbano viaggiare assieme, per una visione scientifica e poetica delle cose, che da un lato sia ben ancorata a terra, ma con la capacità di guardare sempre al cielo, libera dalle ideologie e dai clichè.

Sogno di una felice Europa vede l'accompagnamento dal vivo del musicista Piero Bolzan oltre alla preziosa collaborazione di Valerio Scremin per l'impianto audio e luci, di Andrea Cecchella quale voce fuori campo e, infine, di Gianluigi De Monego per la scenografia e il disegno. 

 

Leggi tutto...

I Delitti di Alleghe a "Spettacoli di Mistero 2021".

Pubblicato in Blog & News

Ho giocato a carte con l'assassino - Sergio Saviane e i Delitti di Alleghe.

Il Festival della ripresa! Veneto: Spettacoli di Mistero è una storica e famosa rassegna che prende spunto dall'immaginario collettivo della nostra regione, grazie ad un ricco patrimonio che fa parte a pieno titolo della gente veneta che, da secoli, esorcizza con racconti misteriosi le proprie ancestrali paure consentendo la piena valorizzazione di luoghi magnifici quali piazze, ville, teatri e castelli, che fanno da palcoscenico alle storie portate in scena da volontari.

Da fine ottobre ai primi di dicembre, dalle montagne alle coste, dalle rive dei nostri laghi alle colline che disegnano dolcemente i tipici paesaggi veneti, saranno molteplici gli eventi e le iniziative pronte ad intrattenere e coinvolgere grandi e piccini, raccontando la maestosità e le tenebre derivanti dalle leggende venete più belle

Storie di streghe e demoni, di folletti dispettosi e di fate generose, di antichi tiranni la cui vita sanguinaria è circonfusa di leggende e di mille fantasmi pronti ad essere evocati, per far emergere i segreti più nascosti.

A comporre il variegato calendario del Festival del Mistero fatto per lo più di spettacoli teatrali, serate di racconto, visite guidate, rievocazioni in costume, cene a tema, mostre, proiezioni, presentazioni di libri, passeggiate in mezzo alla natura o tra i borghi, non poteva mancare l'appuntamento con "Ho giocato a carte con l'assassino", spettacolo teatrale che andrà in scena sabato 13 novembre 2021 alle ore 20:45, presso la sede del Palasport di Sedico. Ad interpretarlo il noto attore, drammaturgo e regista Roberto Faoro

Il monologo tratto dal libro "I Misteri di Alleghe" (Mondadori per Pilotto - 1964) è il risultato della celebre inchiesta giornalistica che valse allo scrittore Sergio Saviane prima una condanna per diffamazione e, poi, a distanza di sette anni, la completa riabilitazione in seguito alla sentenza che, nel 1960, condannò i quattro protagonisti della tragica vicenda di cronaca nera. 

Una storia misteriosa e coinvolgente che si sviluppa all'interno dell'Hotel Centrale di Alleghe, una rinomata località turistica baciata da un'incantevole cornice naturale, immersa sulle Dolomiti Bellunesi, che vede come protagonisti principali le vittime e gli indiziati del delitto.
Sui misteri di quegli anni non è stato svelato ancora tutto e, per tanto, l'autore è alla ricerca di risolvere l'enigma.

Roberto Faoro da voce e corpo allo stesso Saviane, alle vittime innocenti, agli assassini e a tutti i protagonisti di questa storia e incredibile vicenda, in un crescendo di pathos che coinvolge lo spettatore sollevando dubbi e mille domande a cui non è possibile dare una risposta.

Un vero e proprio atto d'amore nei confronti del grande giornalista e di questo incredibile libro che rimane ancora oggi un esempio di inchiesta giornalistica limpida e tagliente, di questa incredibile storia unica al mondo non solo per la cronaca nera, ma soprattutto per il coraggio dimostrato da tanti protagonisti senza i quali lo stesso Saviane non avrebbe potuto raccontare nulla.

"Ho giocato a carte con l'assassino - I delitti di Alleghe" vede la regia di Francesco Bortolini, mentre le musiche sono di Antonio Fiabane e A. Mambrini. Luci e audio a cura di Valerio Scremin

Biglietto: € 10,00. Si ricorda che nel rispetto delle vigenti disposizioni anti Covid-19, l'accesso sarà garantito previo possesso del Green Pass.

Scarica la locandina dello spettacolo.

 

 

 

Leggi tutto...

Tu chiamale se vuoi emozioni. Rassegna culturale 2021.

Pubblicato in Blog & News

Cinema, musica e teatro! Sono questi gli ingredienti della Rassegna Culturale "Tu chiamale se vuoi emozioni", organizzata dalle Associazioni Culturali La Fontana Conta e Teatro del Cuore di Feltre e Belluno, con l'obiettivo dichiarato di far vivere momenti di socialità e condivisione a residenti, turisti e visitatori, sotto l'attenta direzione del regista Roberto Faoro, di Anna Lisa Muscas e della stessa Associazione La Fontana Conta di Vallesella di Cadore.

Luogo di svolgimento dell'iniziativa la Sala Teatro San Giorgio di Domegge di Cadore, che con le restrizioni dovute al Covid-19 può garantire 107 posti a sedere. Il ricco e variegato palinsesto di eventi prevede nove imperdibili appuntamenti, all'insegna del cinema, musica e spettacoli teatrali.

Il palinsesto della Rassegna.

Venerdì 17 settembre 2021
Sala Teatro San Giorgio ore 20.45 | Ingresso € 7,00.

CINEFORUM EASY UN VIAGGIO FACILE FACILE.

Isidoro (Easy) un ex pilota di successo di Go - Kart, ha dovuto lasciare le gare a causa dell'eccessivo peso accumulato. Ora vive in casa con la madre trascorrendo le sue giornate tra la televisione, i videogiochi e il cibo, in uno stato di depressione cronica. 

Un giorno, l'astuto fratello Filo, gli chiede un favore: trasportare una bara con il corpo di un muratore ucraino morto in un suo cantiere edile, fino al confine con l'Ungheria. Easy può così tornare a guidare... un carro funebre, abbastanza veloce per far giungere la salma in patria prima che possano essere svolte le indagini atte ad incriminare suo fratello. Tra imprevisti e situazioni potenzialmente rischiose, il viaggio si rivelerà molto più difficile del previsto, considerata la regolare assunzione di psicofarmaci di Easy e l'insolito mezzo di trasporto usato per arrivare a destinazione.

Venerdì 01 ottobre 2021
Sala Teatro San Giorgio ore 20.45 | Ingresso € 7,00.

CINEFORUM L'ONDA.

Durante la settimana a tema, un insegnante di storia di una scuola superiore tedesca, Rainer Wenger, si trova a dover affrontare il tema dell'autocrazia, benchè egli avrebbe preferito quello dell'anarchia. Gli studenti, inizialmente annoiati e poco propensi ad ascoltarlo, non credono possibile che una nuova dittatura possa nascere nella moderna Germania, poichè la gente ha imparato dagli errori del passato. L'insegnante decide allora di organizzare un esperimento, dimostrando agli allievi come le masse possono essere manipolate facilmente. Il film è tratto dall'omonimo romanzo di Todd Strasser, a sua volta basato sull'esperimento sociale denominato La Terza Onda, avvenuto nel 1967 in California.

Venerdì 15 ottobre 2021
Sala Teatro San Giorgio ore 20.45 | Ingresso € 7,00.

CINEFORUM HUMAN.

"Tutti gli esseri umani sono importanti e hanno qualcosa da dare". Lo confessa Yann Arthus Bertrand, fotografo, ambientalista e regista francese di fama internazionale, nel suo celebre film Human. Uno straordinario ritratto dell'umanità. Un documentario che si interroga sul vero senso della vita e dell'essere umani oggi. Un film che tocca profondamente, perchè "siamo tutti strumenti indispensabili che suonano nella gigantesca orchestra della vita", allo scopo di far emergere l'empatia necessaria per vivere un'epoca così difficile.

Sabato 16 ottobre 2021
Sala Teatro San Giorgio ore 20.45 | Ingresso adulti € 10 - ingresso giovani fino ai 14 anni € 7.

TEATRO SOGNO DI UNA FELICE EUROPA. Spettacolo già in tournèe europea dal 2019.
di e con Roberto Faoro. Musiche dal vivo: Piero Bolzan. Luci e audio: Valerio Scremin.

Al giorno d'oggi è sempre più complesso parlare dell'idea di Europa, di integrazione, di nazionalismo, di euroscetticismo o di europeismo, senza incorrere nel rischio di cadere nella retorica o, peggio ancora, nei più comuni pregiudizi e stereotipi.

A cercare di portare maggiore chiarezza sul ruolo primario che riveste l'Unione Europea nella crescita e sviluppo economico e sociale del nostro Paese ci penserà l'attore, drammaturgo e regista Roberto Faoro, nel suo divertente ed intenso spettacolo "Sogno di una Felice Europa".

Senza voler insegnare nulla a nessuno, l'autore cercherà di far compiere agli spettatori una profonda analisi e riflessione personale sull'incerto e delicato futuro dell'Europa, raccontando tra profonde risate e momenti più drammatici le differenze che esistono tra Nazioni, senza mai tralasciare l'importanza dell'integrazione fra Popoli, lasciando ampio spazio all'ironia e all'autocritica.

L'intento dello spettacolo, che trae spunto ed ispirazione dai testi letterari "La cavalcata di Don Chisciotte" scritto dal filologo e autore svizzero Peter Von Matt e "Paradosso Europa" di Agnes Heller non è certo quello di rimarcare divisioni o contrasti, ma condividere differenti visioni e identità, nella ferma convinzione che la forza del gruppo non annulla il singolo, ma lo accoglie e lo integra valorizzandolo al massimo.

A chiudere il cerchio di considerazioni proposte dal monologo dell'attore, un finale davvero scoppiettante con un forte messaggio e invito all'azione, che in Spagna ha addirittura commosso alle lacrime le persone.

Sabato 23 ottobre 2021
Sala Teatro San Giorgio ore 20.45 | Ingresso offerta libera. L'incasso sarà devoluto in beneficienza. 

SERATA MUSICALE QUANDO IL CANTO CANTA E LE CANZONI CANZONANO. 
con Giorgio Fornasier - cantautore.

Un imperdibile racconto della storia del celebre Duo "I Belumat", attraverso l'esecuzione di alcune tra le loro più belle canzoni di successo, cantate ed eseguite dalla chitarra di Giorgio Fornasier, componente storico del gruppo, delle cui musiche è autore. Un evento nel ricordo dell'inseparabile amico e collega Gianluigi Secco. 

Sabato 06 novembre 2021
Sala Teatro San Giorgio ore 20.45 | Ingresso adulti € 10 - ingresso giovani fino ai 14 anni € 7.

CINEFORUM NEVE. Finalista al Premio In Box 2018 di Siena. 
di e con Giovanni Betto.

Russia, 21 gennaio 1943. Neve, tanta. Un uomo, poi dato per disperso, fa la sua scelta fra la vita e la morte. Una scelta segnerà il destino di molti: una moglie, una figlia, un nipote. Proprio il nipote, che ha ereditato il dolore che nessuno – né la madre, né la nonna – ha saputo elaborare, oggi esige risposte. E allora, il nonno parla. “Neve” è stato accolto con favore a livello nazionale, selezionato anche dalla giuria degli spettatori del Premio L’Italia dei Visionari 2018. Un lavoro che prende le mosse dalla biografia di Giovanni Betto e porta in scena una costellazione familiare per elaborare un vuoto: quello lasciato dal nonno, disperso nella la campagna di Russia durante la Seconda Guerra Mondiale.

Sabato 20 novembre 2021
Sala Teatro San Giorgio ore 20.45 | Ingresso adulti € 10 - ingresso giovani fino ai 14 anni € 7.

TEATRO SUPER GINGER.
di e con Anna De Franceschi. Regia Duodorant.

La soubrette Ginger, un po' in carne, vive grandi successi sul palcoscenico, ma il clima cambia drasticamente quando la ritroviamo nel suo camerino, vittima di una profondissima solitudine e di un probabile alcolismo, con una sola pianta come amica. Finchè un giorno un ammiratore segreto inizia a far arrivare nel suo camerino mazzi di rose, biglietti a forma di cuore e proposte sempre più oscene. Un viaggio fra scena e realtà raccontato dalle emozioni di un clown a tempo pieno.

Sabato 4 dicembre 2021
Sala Teatro San Giorgio ore 20.45 | Ingresso adulti € 10 - ingresso giovani fino ai 14 anni € 7.

SERATA MUSICALE ACCORGERSI E DEDICARSI. 
di e con Marco Anzovino. 

Marco Anzovino, dal 2004 svolge l'attività di educatore e musicoterapeuta nella Comunità per il recupero di ragazzi tossicodipendenti Villa Renata (Lido di Venezia) collaborando con l'Hospice di San Vito di Tagliamento, il CRO di Aviano, il Carcere di Udine, il Centro per Disturbi Alimentari "La Casa delle Farfalle", il Ser.D. di Pordenone e Portogruaro. Marco ci porterà la sua testimonianza di relazione a stretto contatto con adolescenti che incontra in una struttura di recupero dalle tossicodipendenze, in un centro per la cura dei disturbi alimentari e presso un centro oncologico.  

Venerdì 17 dicembre 2021
Sala Teatro San Giorgio ore 20.45 | Ingresso adulti € 10 - ingresso giovani fino ai 14 anni € 7.

TEATRO ANNEGATI DI TERRA. LA STORIA DEI FRATELLI BISAGLIA. Menzione al Concorso Internazionale Sez. Teatro 2019. 
di e con Roberto Faoro. Regia: Federico Bertozzi. Luci e audio: Valerio Scremin.

Una storia complicata, ricca di misteri e di situazioni inquietanti. Sono ancora molti gli enigmi e le domande senza risposta che colorano di giallo le morti di due fratelli, Antonio Bisaglia, noto esponente della Democrazia Cristiana tra il 1972 e il 1980, morto il 24 giugno 1984 a Santa Maria Ligure, e Don Mario il sacerdote trovato cadavere il 17 agosto 1992 nel lago di Centro Cadore in Provincia di Belluno.

Roberto Faoro sul filone del teatro civile e di narrazione, ripercorre l'avventura e le vicende umane e politiche di Toni e Mario Biaglia, ma anche la storia italiana dagli anni Sessanta ai Novanta, in un giro di rimandi e intrecci continui.

Lo spettacolo si ispira al libro inchiesta "Gli Annegati" (1992 - Sperling & Kupfer) scritto dai giornalisti Carlo Brambilla e Daniele Vimercati.

SCARICA LA LOCANDINA DELLA RASSEGNA.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Leggi tutto...

La comicità e il teatro d'inchiesta di Roberto Faoro in scena a Domegge di Cadore.

Pubblicato in Blog & News

Il teatro? E' una grande palestra delle emozioni! Un luogo dove le persone si incontrano, vivono assieme agli attori le vicende rappresentate, arricchendosi di pensiero e nell'anima.

E' con questo incipit che prende il via dal 17 settembre 2021 la terza edizione della Rassegna Tu chiamale se vuoi Emozioni, promossa dall'Associazione Culturale La Fontana Conta e dall'Associazione Culturale Teatro del Cuore, in collaborazione con il Comune di Domegge di Cadore, con la direzione artistica di Roberto Faoro, Anna Lisa Muscas e della Compagnia La Fontana Conta.

Lo stesso Faoro sarà presente a due appuntamenti di questa Rassegna, nata come occasione di promozione e condivisione della cultura teatrale, musicale e del cinema in Provincia di Belluno, ma soprattutto nel territorio cadorino, attraverso il coinvolgimento di professionisti del mondo dell'arte e dello spettacolo, che si svolgerà da settembre a dicembre 2021, nella Sala Teatro San Giorgio di Domegge di Cadore.

Gli appuntamenti della Rassegna con l'attore e regista Roberto Faoro.

SABATO 16 OTTOBRE - SALA TEATRO SAN GIORGIO ORE 20:45.
"SOGNO DI UNA FELICE EUROPA". Spettacolo già in tournèe europea dal 2019.

di e con Roberto Faoro. Musiche dal vivo di Piero Bolzan. Luci e audio: Valerio Scremin. Voce fuori campo: Andrea Cecchella. Scenografia e disegni: Gianluigi De Monego.

Al giorno d'oggi è sempre più complesso parlare dell'idea di Europa, di integrazione, di nazionalismo, di euroscetticismo o di europeismo, senza incorrere nel rischio di cadere nella retorica o, peggio ancora, nei più comuni pregiudizi e stereotipi. 

A cercare di portare maggiore chiarezza sul ruolo primario che riveste l'Unione Europea nella crescita e sviluppo economico e sociale del nostro Paese ci penserà l'attore, drammaturgo e regista Roberto Faoro, nel suo divertente ed intenso spettacolo "Sogno di una Felice Europa".

Senza voler insegnare nulla a nessuno, l'autore cercherà di far compiere agli spettatori una profonda analisi e riflessione personale sull'incerto e delicato futuro dell'Europa, raccontando tra profonde risate e momenti più drammatici le differenze che esistono tra Nazioni, senza mai tralasciare l'importanza dell'integrazione fra Popoli, lasciando ampio spazio all'ironia e all'autocritica.

L'intento dello spettacolo, che trae spunto ed ispirazione dai testi letterari "La cavalcata di Don Chisciotte" scritto dal filologo e autore svizzero Peter Von Matt e "Paradosso Europa" di Agnes Heller non è certo quello di rimarcare divisioni o contrasti, ma condividere differenti visioni e identità, nella ferma convinzione che la forza del gruppo non annulla il singolo, ma lo accoglie e lo integra valorizzandolo al massimo.

A chiudere il cerchio di considerazioni proposte dal monologo dell'attore, un finale davvero scoppiettante con un forte messaggio e invito all'azione, che in Spagna ha addirittura commosso alle lacrime le persone.

VENERDI' 17 DICEMBRE - SALA TEATRO SAN GIORGIO ORE 20:45
"ANNEGATI DI TERRA. LA STORIA DEI FRATELLI BISAGLIA".

di e con Roberto Faoro. Regia: Federico Bertozzi. Luci e audio: Valerio Scremin.
Menzione al Premio Internazionale Salvatore Quasimodo nell'anno 2019.

Una storia complicata, ricca di misteri e di situazioni inquietanti. Sono ancora molti gli enigmi e le domande senza risposta che colorano di giallo le morti di due fratelli, Antonio Bisaglia, noto esponente della Democrazia Cristiana tra il 1972 e il 1980, morto il 24 giugno 1984 a Santa Maria Ligure, e Don Mario il sacerdote trovato cadavere il 17 agosto 1992 nel lago di Centro Cadore in Provincia di Belluno.

Roberto Faoro sul filone del teatro civile e di narrazione, ripercorre l'avventura e le vicende umane e politiche di Toni e Mario Biaglia, ma anche la storia italiana dagli anni Sessanta ai Novanta, in un giro di rimandi e intrecci continui. 

Lo spettacolo si ispira al libro inchiesta "Gli Annegati" (1992 - Sperling & Kupfer) scritto dai giornalisti Carlo Brambilla e Daniele Vimercati

 

 

 

 

Leggi tutto...

Teatro sotto le Stelle. Sogno di una felice Europa. 24 luglio 2021.

Pubblicato in Blog & News

Ritornare a teatro? Un sogno che diventa realtà! Ad esaudire questo desiderio il Comitato Ricreativo Longano in collaborazione con l'Associazione Festeggiamenti Bribano, che sabato 24 luglio 2021 alle ore 20:30 proporrà una serata d'intrattenimento culturale, con la messa in scena dello spettacolo "Sogno di una felice Europa" di e con Roberto Faoro presso la Casa Comunale di Longano (BL).

Sogno di una felice Europa.

Al giorno d'oggi è sempre più complesso parlare dell'idea di Europa, di integrazione, di nazionalismo, di euroscetticismo o di europeismo, senza incorrere nel rischio di cadere nella retorica o, peggio ancora, nei più comuni pregiudizi e stereotipi comuni.

A cercare di portare maggiore chiarezza sul ruolo primario che riveste l'Unione Europea nella crescita e sviluppo economico e sociale del nostro Paese ci penserà il poliedrico attore, drammaturgo e regista feltrino Roberto Faoro, nel suo divertente ed intenso spettacolo "Sogno di una felice Europa".

Senza voler insegnare nulla a nessuno, l'autore cercherà di far compiere agli spettatori una profonda analisi e riflessione personale sull'incerto e delicato futuro dell'Europa, raccontando tra profonde risate e momenti più drammatici le differenze che esistono tra Nazioni, senza mai tralasciare l'importanza dell'integrazione fra Popoli, lasciando ampio spazio all'ironia e all'autocritica.

L'intento dello spettacolo, che trae spunto ed ispirazione dai testi letterari "La cavalcata di Don Chisciotte" scritto dal filologo e autore svizzero Peter Von Matt e "Paradosso Europa" di Agnes Heller non è certo quello di rimarcare divisioni o contrasti, ma condividere differenti visioni e identità, nella ferma convinzione che la forza del gruppo non annulla il singolo, ma lo accoglie e lo integra valorizzandolo al massimo. 

A chiudere il cerchio di considerazioni proposte dal monologo dell'attore, un finale davvero scoppiettante con un forte messaggio e invito all'azione, che in Spagna ha addirittura commosso alle lacrime le persone.

Sogno di una felice Europa vede l'accompagnamento dal vivo del musicista Piero Bolzan oltre alla preziosa collaborazione di Valerio Scremin per l'impianto audio e luci, di Andrea Cecchella quale voce fuori campo e, infine, di Gianluigi De Monego per la scenografia e il disegno. 

 

Leggi tutto...

"Dalle origini ai giorni nostri". Corso di storia del Teatro online.

Pubblicato in Blog & News

Approfittando della Laurea in Lettere Moderne all'Università Ca' Foscari di Venezia e della specializzazione in Storia del Teatro, allievo del Professor Puppa, docente di Storia del Teatro e dello Spettacolo, poi come cultore della materia presso l'Università IULM di Milano con sede a Feltre, Roberto Faoro ha avuto la, si spera, brillante idea di proporre questo piccolo viaggio nel mondo del Teatro a chi avrà la curiosità e la voglia di seguirlo.

Partiremo dalle origini del Teatro, quindi dalle prime testimonianze degli elementi teatrali nella vita dei nostri antenati, passando per l'Africa, l'India, le antiche civiltà, per approdare al Teatro Greco, Romano, Medioevale, il Teatro Orientale, Cinese, Giapponese, l'Umanesimo e il Rinascimento, il Teatro Inglese, Spagnolo, Francese, il Settecento e l'Ottocento in Europa, poi il Novecento e la rivoluzione teatrale fino ai giorni nostri. Daremo ampio spazio alla dimensione Europea e Nord Americana.

Il tutto attraverso una narrazione, spero agile, approfittando delle sue competenze di attore, interagendo con gli ascoltatori, leggendo frammenti delle opere anche interpretati da attori professionisti in qualità di ospiti o da chi, fra i partecipanti, vorrà cimentarsi con la lettura. 

Un viaggio da fare insieme, per comprendere meglio il Teatro di ieri e quello di oggi. Dal rito al monologo di impegno civile, passando per la tragedia, la commedia, i drammi cosmici, pastorali.

Un viaggio dentro noi stessi, nel quale l'umanità rappresenta, come bisogno innato, paure, angosce, felicità, parodia, ironia, comicità, per elevare lo spirito e per ridere, per viaggiare nel tempo e nello spazio. Per entrare in contatto con la propria sorgente.

10 incontri di 2 ore ciascuno. Calendario incontri di massima, salvo modifiche concordate:

  • Maggio: martedì 11, martedì 18, martedì 25.
  • Giugno: martedì 1, martedì 8, martedì 15, martedì 22, martedì 29.

Altre tre date verranno spalmate in giugno, previa approvazione dei partecipanti. Nel caso non si raggiungesse il numero minimo di 5 (cinque) iscritti, la somma verrà interamente restituita. 

Costo iscrizione: Euro 90,00 per maggiorenni | Euro 50,00 per minorenni. Entrambe le quote vanno versate entro e non oltre il 10 maggio 2021, tramite bonifico bancario (IBAN: IT77O0814061110000030119920) casuale: lezioni di storia del teatro online. 

NB: Le quote vanno versate integralmente prima dell'inizio del corso. Verrà poi inviato il link di accesso ai singoli incontri, tramite piattaforma Google Meet

Scrivere a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. comunicando l'avvenuta iscrizione. 

Leggi tutto...

Intervista online a Claudia Cannella.

Pubblicato in Blog & News

Venerdì 30 aprile 2021 segui l'intervista online a Claudia Cannella, importante critico teatrale nonchè direttrice della rivista Hystrio, fondata nel 1988 da Ugo Ronfani, condotta dal Presidente dell'Associazione Culturale Teatro del Cuore di Feltre e Belluno Roberto Faoro

Collegati alle ore 21.00 sulla pagina Facebook o canale YouTube di Dolomiti Hub, co-organizzatore dei tre incontri: A Proposito del Teatro.

Link per seguire l'evento online

Pagina Facebook Dolomiti Hub: www.facebook.com/dolomitihub

Canale YouTube Dolomiti Hub: www.youtube.com/channel/UCBtAbL6s6WYEPU6nFaKmGpQ/videos

BUONA VISIONE! 

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS